Il terzo (non) ci voleva…

Sono A…. mamma di Enea 3 mesi con una x in più.

Rimango incinta del piccolo poco dopo aver avuto altri due bimbi concepiti a loro volta a breve distanza di tempo. Voglia di portare avanti una terza gravidanza non cè ma comunque inizio ad eseguire tutti gli accertamenti richiesti villocentesi compresa. L’esito di questo esame mi viene comunicato direttamente dalla ginecologa che mi dice imbarazzata che il feto ha la sindrome di Klinefelter. Due cose mi vengono al momento dette: infertilità certa e ritardo mentale variabile del bimbo in arrivo. Torno a casa piangendo disperata, certa di volere abortire. Mio marito non sa come consolarmi ma non si perde d’animo. Prende in mano il computer e si mette a cercare informazioni sulla sindrome e trova il riferimento dell’associazione Klinefelter italia e il numero di Gennaro.

Mio figlio è potuto nascere grazie alle corrette informazioni che ci sono poi state date da un bravo genetista, da Gennaro e dai genitori di questa associazione.

Enea adesso ha 3 mesi. E’ un bimbo tranquillo, attento al mondo che lo circonda e molto dolce. Il suo sviluppo è perfettamente in linea con quello di altri bambini della sua età: da prono si gira supino, inizia a muovere le manine per prendere gli oggetti, risponde con piccoli gorgheggi se lo si stimola. Non so cosa il futuro ci riserverà, sicuramente avremo delle sfide da affrontare ma di sicuro oggi i suoi sorrisi ci riempiono la giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *